Senza categoria

Saluto del Direttore don Martignano

IN OCCASIONE DELL’INCONTRO DEL VESCOVO CON I MINISTRI ISTITUITI E STRAORINARI

Martedi, 12 maggio 2015

Basilica cattedrale – Nardò

Alla fine della liturgia, indirizzo di saluto del Direttore Ufficio Ministeri Laicali al Vescovo Fernando Filograna

Eccellenza Reverendissima, innanzitutto il nostro grazie a Lei per la sua presenza tra noi stasera e per il messaggio che ci ha indirizzato nell’omelia e di cui sapremo fare tesoro.

In linea con quanto ci ha detto il Vescovo, vi esorto, cari amici qui convenuti da diverse parti della Diocesi, ad essere esemplari con la testimonianza della vostra vita per onorare il vostro servizio che – come ben sapete – pur fondandosi sulla dignità battesimale è disciplinato, verificato dalla responsabilità del vescovo in ragione della sua istituzione (nel caso degli accoliti e dei lettori) o in ragione del mandato – da lui ricevuto e da lui rinnovato ogni biennio – a distribuire la comunione eucaristica (nel caso dei minisistri straordinari).

Il Vescovo si serve dell’Ufficio Ministeri Laicali per esercitare la sua responsabilità su di voi che va dalla verifica dell’idoneità personale fino alla formazione permanente. Un primo utile contributo alla formazione permanente è rappresentato dalla scuola diocesana di teologia. Quanti di voi – compatibilmente con gli impegni professionale – sentono il bisogno dell’aggiornamento teologico accogliendo questa lodevole proposta? Un secondo utile contributo alla formazione permanente è rappresentato dagli incontri organizzati dall’Ufficio Ministeri laicali. Quest’anno se ne sono realizzati due a Nardò e due a Casarano su temi relativi l’assemblea liturgica e la partecipazione attiva. Quanti di voi erano presenti?

Per molti a gennaio scadevano i tesserini per la riconferma del mandato come ministri straordinari. Quanti hanno avuto la sensibilità di presentare il tesserino per la necessaria autorizzazione da parte del vescovo a proseguire il servizio? Vedete. Dietro questi gesti, dietro l’accoglienza di queste iniziative c’è lo spirito di ecclesialità e di diocesanità di cui voi dovete essere testimoni.

Pertanto, a tutti voi chiedo di sentire la Diocesi, di sentire il legame affettivo con il nostro vescovo, partecipando ai momenti diocesani – liturgici e non – da lui proposti nel corso dell’anno pastorale e facendovi promotori di questo spirito di comunione nelle vostre comunità parrocchiali.

Inoltre lo spirito di comunione si alimenta con una buona comunicazione. I canali non mancano. Nelle segreterie parrocchiali c’è l’Osservatorio diocesano. Chiedete una copia ai vostri parroci e consultate le iniziative della diocesi e dell’Ufficio. O se volete, un utile canale è rappresentato dal sito diocesano www.diocesinardògallipoli.org. Consultate la sezione dedicata all’Ufficio liturgico.

Coraggio! Grazie a voi per il vostro servizio e per le energie che investirete per qualificarlo sempre di più. Camminiamo nella direzione tracciata dal vescovo. Parafrasando santa teresina di Lisieux, la sua strada è sicura, e su di essa non c’è il rischio di sbagliare. Perché ubi episcopus, ibi ecclesia. Dove c’è il vescovo, lì c’è la Chiesa!

LUCERNARIO E VESPRI BATTESIMALI

Arrivederci a tutti alla ripresa del prossimo anno pastorale!

Don Francesco Martignano

(altro…)

Leggi di più...